Ria Viticoltori dal 1880

Tra i mari di Puglia, muretti a secco, masserie, uliveti e vigneti è collocata la Ria Viticoltori, la cui storia risale sin dal 1880. L’attività vinicola, passata di padre in figlio, affonda le sue radici nella cultura e passione della Famiglia Ria. Già da allora, nell’antica zona della Magna Grecia, sui terreni del Casale Cirillo venivano coltivati i vitigni autoctoni pugliesi. 

Nata come azienda di sola produzione e vendita di vino sfuso, negli ultimi decenni ha, però, conosciuto una grandiosa evoluzione. Nella sua quarta generazione vi è stato un forte cambio di passo. Le nuove linee guida avevano l’obiettivo di limitare la produzione, concentrandosi nella vinificazione e imbottigliamento di poche migliaia di bottiglie così da poter migliorare il livello qualitativo.

Nella quinta e attuale generazione i due fratelli Carmine e Giuseppe hanno ricevuto e fatta propria tale visione della viticoltura moderna, dando corpo alla comune vocazione.Il loro ingresso in azienda ha portato nuova vitalità e fermento. La Ria Viticoltori può ora contare non solo sull’esperienza vinicola tramandatagli ma anche sulla vivacità e intraprendenza della nuova generazione.

L’azienda conta una superficie di circa 14 ettari a 250 metri dal livello del mare. I vigneti, coltivati tutti col metodo ad alberello poggiato e caratterizzati da basse rese, hanno un’età media di circa vent’anni.La cura della vite assorbe le maggiori attenzioni. La coltivazione è eseguita avendo a cuore primariamente la salute delle piante. La loro crescita ed evoluzione è la guida, anno dopo anno, per il lavoro in campo, dove i metodi di coltivazione si rifanno più alla regola tradizionale che all’implementazione di tecnologie meccaniche.Ancora oggi si sceglie la conduzione a spalliera del vigneto, l’utilizzo di favino per l’integrazione della sostanza organica, la raccolta, la selezione e la sfogliatura solo manuale.

Seguendo le regole della migliore tecnica vinicola, in cantina, vi è un’ottimale impiego di moderna tecnologia. L’utilizzo della refrigerazione, della pressatura soffice, di termostati per il controllo delle temperature, di lieviti accuratamente selezionati e di un’affinata tecnica enoica permettono, nella vinificazione di importanti vini, il coronamento dell’instancabile lavoro di un intera annata. 

Fifth Generation Tasting

 

 Elògio Negroamaro 2015 Medaglia d’Oro presso il Berlin Wine Trophy 2016.

 

Effìge Negroamaro 2015 Medaglia Silver presso il Mundus Vini 2016.

 

Flroéo Verdeca 2015 Medaglia di Bronzo presso l'International Wine Spirit Competition 2016.